Case in bioedilizia

Legno Abete lamellare.   140 mm – 55
Se si utilizzano  tipi di legno che per loro natura tendono a deformarsi, come il mogano, sarà necessario per forza utilizzarli in forma lamellare, perchè altrimenti da legni super resistenti si costruirebbero serramenti indistruttibili, ma che non isolano perchè si piegano e non chiudono ermeticamente, lasciando passare spifferi, umidità… Se si utilizza legno che per sua natura ha i nodi come l’abete e il pino e non si vuole produrre tantissimo scarto allora si deve usare il lamellare.
Quando all’interno della falegnameria non esiste del personale in grado di selezionare le tavole di legno secondo il loro uso, non è possibile utilizzare legno massiccio per costruire serramenti perchè molto probabilmente ci saranno problemi di imbarcamento degli infissi dovuti anche ad una errata selezione del legno. Anche in questo caso sarà preferita la soluzione del lamellare.

abete

 

 

 

 

 

Pannelli OSB.   15 mm

pannello osb

 

 

 

 

Lana di roccia.   150 mm – Rockwool
I prodotti isolanti ROCKWOOL sono realizzati in lana di roccia, un materiale naturale ottenuto dalla roccia vulcanica basaltica. Questo è l’ingrediente speciale che permette ai prodotti ROCKWOOL di proteggere dai rumori indesiderati e dal fuoco, garantendo allo stesso tempo una durata senza pari, senza alcun costo per l’ambiente. Per questo si tratta di una soluzione 4 in 1, che garantisce prestazioni eccellenti oltre all’isolamento termico.

PROTEZIONE DAL FUOCO
La lana di roccia resiste fino a temperature superiori ai 1000°, riducendo il rischio d’incendio e limitando l’emissione di gas tossici;
COMFORT ACUSTICO
La lana di roccia protegge persone e ambienti dallo stress acustico, grazie alla struttura a celle aperte che assorbe le onde sonore;
DURABILITÀ
La lana di roccia mantiene nel tempo le sue caratteristiche ed è stabile dimensionalmente al variare di temperatura e umidità;
ECO-COMPATIBILITÀ
La lana di roccia è eco-compatibile, perchè rispetta l’ambiente e può essere riciclata; è prodotta con materiali largamente presenti in natura.

lana rockwol

 

 

 

 

 

Lana di roccia.   150 mm

lana di roccia

 

 

 

 

 

 

 

Poliesterolo.   100 mm

poliesterolo

 

 

 

 

 

 

Lastre Vidiwall Knauf.
Le lastre Knauf Vidiwall sono fabbricate in Bulgaria sono realizzate in gesso e fibre di cellulosa disperse (20%).
Le lastre Knauf Vidiwall sono raccomandate specialmente per le soluzioni costruttive basate su legno, avendo caratteristiche somiglianti a quelle del materiale legnoso (case a telaio in legno, case prefabbricate). Grazie alla resistenza e capacità di acquisizione dei carichi meccanici, possono funzionare come elementi di rinforzo strutturale.

lastre vidiwal knauf

 

 

 

 

 

Vidiwall.
12,5 mm – pannello Vidiwall;
140 mm – struttura portante in legno di 55x140mm con la distanza interasse di 600mm, compreso il termoisolamento in lana di roccia basaltica di 100 mm;
12,5 mm – pannello in cartongesso.

vidiwal

 

 

 

 

 

Steico Protect Dry.  60/120 mm
Pannelli isolanti per rivestimenti murali. Grande stabilità dimensionale, Livello elevato di isolazione. Sistema testato e omologato da molti anni. Conservare i pannelli isolanti in fibra di legno STEICO protect in posizione orizzontale, su una superficie piana e in ambiente asciutto. Proteggere gli spigoli da danneggiamenti. Rimuovere il film di imballaggio solo in un ambiente asciutto e conservare il foglio illustrativo allegato al pallet.
Parte integrante del sistema di isolamento a cappotto STEICO omologato dall’ispettorato ai lavori edili tedesco Pannelli idrorepellenti, aperti alla diffusione del vapore, per costruzioni robuste.
Eccellenti proprietà isolanti sia in estate che in inverno. Qualità del prodotto riconosciuta da anni; superficie dei pannelli maschio e femmina levigata da entrambi i lati. Già a partire dai pannelli da 40 mm utilizzabile per l’iniezione di materiale isolante. Lavorazione economica e robusta. Sistema integrato con un referente unico per la fornitura di intonaco e accessori. Permette di ottenere costruzioni resistenti al fuoco fino alla classe F90-B.

steico Protect Dry

 

 

 

 

 

Steico.

steico

 

 

 

 

 

Rete per rasature.

rete

 

 

 

 

 

Tetto.
copertura – tegola metallica di tipo Londab;
30 mm – stecche di sostenimento tegole;
30 mm – listelli;
membrana tetto;
18 mm – OSB o legno alla gronda150 mm – travi.

tetto

 

 

 

 

 

 

 

Grezzo avanzato.

Modalità e tecniche costruttive
La costruzione di un  grezzo avanzato rappresenta un tipo di lavorazione sempre più comune. Di fatto si tratta di portare lo stato costruttivo della casa ad una fase intermedia lasciando quindi al committente/cliente la possibilità di portare personalmente a termine la costruzione  oppure di avvalersi di più ditte per le singole lavorazioni di finitura.
La costruzione del grezzo avanzato, quindi, è una modalità di consegna particolare che permette di:

  1. Risparmiare in misura significativa, evitando i ricarichi d’impresa.
  2. Portare a termine la casa in più fasi e in base alle possibilità economiche personali.

È assolutamente importante sottolineare che la scelta di costruire casa in più fasi e affidare a più ditte le varie lavorazioni comporta un elevato impiego  di tempo oltre che un coinvolgimento assiduo e costante in tutte le  varie fasi di costruzione.

È  NECESSARIO  ESSERE  ESPERTI  IN MATERIA OPPURE AVVALERSI DI UN DIRETTORE DEI LAVORI IN GRADO DI DIRIGERE TUTTE LE FASI DI LAVORAZIONE.

A questo punto andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le lavorazioni che fanno parte della costruzione del grezzo avanzato e quali invece non lo sono.

1) Lavorazioni incluse nel grezzo avanzato
Generalmente rientra in questa prima fase  tutta la parte strutturale che richiede  l ‘intervento di una ditta specializzata nella realizzazione del cemento armato.

  1. Scavi
  2. Fondazioni, solai e coperture ( in legno o in cemento)
  3. Tamponature Esterne 
  4. Montaggio Tetto (Isolante, guaina e posa tegole)
  5. Intonaci Esterni 
  6. Muratura telai delle  finestre e porte finestre 
  7. Muratura soglie delle  finestre e porte finestre.

 CONSIGLIO: Fate eseguire  le lavorazioni degli  intonaci esterni e il montaggio del tetto alla stessa  ditta. In questo modo non dovete sostenere il costo per il  montaggio e la fornitura dei ponteggi.

2) Lavorazioni Escluse nel grezzo avanzato
Generalmente rientra in questa seconda fase tutta la parte di finitura o come detto in precedenza tutte quelle opere che possono essere ultimate personalmente o possono essere affidate a singole ditte specializzate.

  1. Tramezzi interni
  2. Impianto elettrico
  3. Impianto idraulico e termico
  4. Massetti e posa pavimenti
  5. Pitture
  6. Assistenza murarie
  7. Fornitura di porte e finestre

3) Consigli utili per non cadere in errori

  • Se non siete esperti in materia affidate i lavori ad una ditta singola in modo da avere più garanzie.
  • La gestione di più ditte nello stesso cantiere può comportare uno scarico di responsabilità continuo.
    Per esempio in caso di pitture eseguite male il pittore può attribuire la responsabilità alla ditta esecutrice degli intonaci e viceversa.
  • Se scegliete di eseguire i lavori coinvolgendo più ditte assumete un direttore dei lavori di fiducia e con l’esperienza adatta a gestire più figure lavorative nello stesso cantiere.
  • Valutate bene l’effettivo risparmio economico, a volte affidare tutte le lavorazioni ad un’unica ditta può essere motivo di sconto sul totale dei lavori.

grezzo avanzato ok